Usi di ἄν

Clipnotes - Appunti e videolezioni

Usi di ἄν

Quali sono i valori e gli usi di ἄν?

La particella in questione è una delle particelle greche più importanti e può avere diversi valori: per comprenderne gli usi è necessario fare attenzione al tipo di proposizione in cui la particella è collocata e al modo verbale che accompagna.

ἄν + ottativo

Con l’ottativo ἄν può avere due valori diversi:

  • potenzialità nel presente;

Esempio: Τίς ἂν οἴοιτο;

                 Chi potrebbe credere?

  • particella nell’apodosi del periodo ipotetico della possibilità.

Esempio: Εἰ ὁ θεὸς βούλοιτο, ταῦτα τὰ κακὰ παύσειε ἄν.

                 Se dio volesse, farebbe cessare questi mali.

ἄν + indicativo tempo storico

Con l’indicativo tempo storico ἄν può avere due valori diversi:

  • potenzialità nel passato o irrealtà;

Esempio: Ἄν τις εἶπε.

                 Qualcuno avrebbe potuto dire.

  • particella nell’apodosi del periodo ipotetico della irrealtà.

Esempio: Εἰ σὺ εἶχες βέλτιόν τι δεῖξαι ὡμολόγουν ἂν ἀδικεῖν.

                 Se tu avessi pronta una migliore proposta, ammetterei di avere torto.

ἄν + congiuntivo (ἄν = εἰ + ἄν)

Con il congiuntivo ἄν si trova nella protasi del periodo ipotetico dell’eventualità: più frequentemente ricorre la forma ἐάν, che può assumere anche la forma ἤν.

Esempio: Ἂν ᾖς σοφός, πάντες σοι φίλοι ἔσονται.

                 Se sarai saggio, tutti ti saranno amici.

ἄν + congiunzione finale, comparativa, temporale + congiuntivo

Con congiunzione finale, comparativa, temporale e congiuntivo ἄν ha valore di eventualità.

Esempio: Δίδασκε ὅπως ἂν ἐκμάθω.

                 Insegna, affinché io eventualmente impari.

ἄν + pronome o avverbio relativo

Con pronome o avverbio relativo ἄν ha valore di eventualità e in questo caso i pronomi o avverbi relativi assumono il valore dei corrispondenti latini terminanti in –cumque.

Esempio: Ὅστις ἂν ταῦτα λέγῃ.

                 Chiunque dica queste cose.

ἄν + infinito

Con l’infinito ἄν esprime la forma implicita potenziale nel presente (= ἄν + ottativo) o potenziale nel passato o irreale (= ἄν + indicativo tempo storico).

Esempio: Λέγω σε ἁμαρτάνειν ἄν.

                 Dico che potresti sbagliare.

ἄν + participio

Con il participio ἄν esprime la forma implicita di potenziale nel presente, potenziale nel passato o irreale, come nel caso precedente.

Esempio: Εὖ ἴσμεν μὴ ἂν ἧσσον ὑμᾶς λυπηροὺς γενομένους τοῖς συμμάχοις.

                 Sappiamo bene che voi non sareste stati meno duri con gli alleati.

Questi erano i valori di ἄν in greco!
Speriamo che tu possa aver trovato utile questo nostro articolo. Se hai domande o commenti non esitare a scrivere qui sotto.

Clicca qui per condividere!

 

Nessun commento

Aggiungi il tuo commento